domenica, 25 febbraio 2018
Banner AIRC
Home / Federico Zia

Federico Zia

Federico Zia
Appassionato di sociologia economica ed esperto di comunicazione ed europrogettazione. In passato ha collaborato con alcune testate di informazione e diversi enti pubblici e privati (profit e no-profit) occupandosi di amministrazione, comunicazione e progettazione comunitaria. Autore di saggi e guide inerenti i campi della sociologia economica, dell'europrogettazione e della comunicazione.

Come si sono affermate la radio e la televisione?

Quando cominciarono a nascere organizzazioni politiche, commerciali e militari il primo problema che gli esseri umani dovettero affrontare era rappresentato dal coordinamento delle azioni attraverso la comunicazione, soprattutto quando le distanze erano notevoli. Il problema della distanza comunicativa, intesa in senso fisico, provocò la sconfitta di intere armata e il …

Read More »

Quali paradigmi per le relazioni tra media, società e comunicazione?

I quattro paradigmi sociologici più importanti per lo studio delle relazioni tra media, società e comunicazione di massa sono lo struttural-funzionalismo, l’evoluzionismo sociale, il modello del conflitto sociale e l’interazionismo simbolico. I paradigmi sono formulazioni teoriche generali che contengono postulati non dimostrabili, cioè supposizioni dalle quali si trae l’ipotesi che …

Read More »

La comunicazione come funzione pubblica

Nell’amministrazione la comunicazione deve svolgere la funzione amministrativa, deve operare in funzione degli interessi pubblici. Alla funzione di comunicazione corrispondono un’apposita disciplina normativa e delle strutture specializzate. La comunicazione pubblica deve essere considerata uno strumento usato dall’amministrazione per perseguire gli obiettivi fissati dalla legge, quindi vi sono: un soggetto: l’amministrazione …

Read More »

Servizi pubblici e comunicazione pubblica

Nei servizi pubblici la comunicazione si impone per effetto del vincolo costituzionale che opera su due piani: principio di eguaglianza: impone trattamenti uniformi nei confronti degli utenti dei servizi pubblici; obbligo di risultato: l’effettiva realizzazione dei singoli diritti fondamentali. Per quanto riguarda il quadro normativo dei processi di comunicazione nei …

Read More »

Comunicazione Pubblica. Gli Uffici per le Relazioni con il Pubblico

Il fine istituzionale degli U.R.P. è assicurare la piena attuaziome della Legge 241/90, cioè garantire il diritto d’accesso, rilevare i bisogni e la soddisfazione dei cittadini, promuovere i cambiamneti organizzativi per migliorare il funzionamento dell’amministrazione e per la semplificazione del linguaggio amministrativo. Pertanto l’U.R.P. riveste un ruolo duplice, come fonte …

Read More »

Il principio di pubblicità nella comunicazione istituzionale

Il principio di pubblicità riguarda la formalizzazione giuridica delle attività di informazione e comunicazione istituzionale. La comunicazione istituzionale comprende tutti gli atti o comportamenti con cui l’autorità si esprime  e che abbiano come effetto la soddisfazione delle aspettative individuali e collettive, la riorganizzazione degli apparati pubblici e la creazione di …

Read More »

Comunicazione pubblica. La formazione professionale nelle attività di informazione e comunicazione

Per quanto riguarda la formazione professionale nelle attività di informazione e comunicazione, le iniziative più importanti sono l’Articolo 5 della Legge 150/2000, il Decreto 422/2000, la Direttiva del Ministro della Funzione Pubblica del 2001 e la Direttiva del Ministro della Funzione Pubblica del 2002. L’Articolo 5 della Legge 150/2000 affida …

Read More »

Organizzazione Amministrativa e Comunicazione Pubblica

L’organizzazione amministrativa si configura sempre più come organizzazione a rete, la quale per raggiungere gli obiettivi ha bisogno di un adeguato sistema di comunicazione. I suoi tratti distintivi sono la diffusione fisica delle strutture nel territorio, l’integrazione informativa e la relazionalità. Infatti le norme sull’organizzazione amministrativa si rifanno al principio …

Read More »

Pubblica Amministrazione, Territorio e Ambiente di Comunicazione

Il territorio rappresenta un ambiente di comunicazione in quanto un ente pubblico deve valorizzarlo attraverso investimenti economici, culturali e d’immagine. Nel territorio, attraverso un’azione di comunicazione rivolta ai cittadini, si devono spiegare le questioni tecniche e i procedimenti amministrativi, evidenziare i vantaggi che un intervento può comportare, costruire alleanze con …

Read More »

Pubblicità e Pubblica Amministrazione

In generale la pubblicità è una forma di comunicazione diretta ad influenzare i comportamenti per favorire determinati atteggiamenti, attraverso la persuasione e la seduzione. La pubblicità può essere commerciale, sociale, politica, religiosa e pubblica. Ognuna utilizza un linguaggio pubblicitario persuasivo, sintetico, incisivo e patologico, finalizzato cioè a suscitare emozioni. Nel …

Read More »

Comunicazione e Cittadinanza Attiva

L’ Articolo 118 della Costituzione: riconosce la cittadinanza attiva come soggetto; riconosce il diritto dei cittadini ad attivarsi per fronteggiare un problema di interesse pubblico; obbliga le istituzioni a favorire l’iniziativa dei cittadini; favorisce la cooperazione nel campo delle politiche pubbliche attraverso l’accoglienza (ad esempio la ricezione di informazioni su …

Read More »

Comunicazione Pubblica. Come osservare i cittadini e come ascoltarli

Una funzione centrale nella comunicazione pubblica riguarda l’ascolto e l’osservazione dei cittadini. Questa funzione richiede una raccolta continua di informazioni, l’elaborazione delle informazioni raccolte e l’interpretazione di tali informazioni. L’ascolto di tutti cittadini richiede di avere come punto di riferimento centrale l’interesse generale. La funzione di ascolto si compone di …

Read More »

Quali obiettivi per la comunicazione pubblica?

La comunicazione pubblica propone l’immagine e le attività dello Stato, delle istituzioni e della pubblica amministrazione in generale. Fino agli anni’80 le informazioni ai cittadini sulle attività delle istituzioni è stata sostanzialmente negata. A partire dagli anni’80 la comunicazione pubblica ha cominciato a non considerare più il cittadino come potenziale …

Read More »

Cos’è l’operational readiness?

L’operational readiness riguarda le funzioni di ottimizzazione e qualità dei processi e dei servizi. In un mercato estremamente competitivo e mutevole, diviene essenziale per l’azienda l’efficienza organizzativa e la flessibilità di adeguamento, per potersi adattare con successo ai rapidi cambiamenti del settore in cui opera. Pertanto l’operational readiness mira a …

Read More »

Il settore pubblico e il marketing

Nella società contemporanea si avverte l’esigenza del passaggio dal modello classico della pubblica amministrazione al modello economico-aziendale. Il modello classico è caratterizzato dal rapporto burocratico istituzionale, da scelte strategiche derivanti da una valutazione politica e dal fatto che le amministrazioni si pongono al di sopra dei cittadini. Il modello economico-aziendale …

Read More »

Pubblica Amministrazione: Utenti Disabili e Barriere Digitali

L’informatizzazione della pubblica amministrazione ha prodotto alcune criticità definite “digital divide”, cioè tutti quegli elementi di carattere geografico, economico, personale che escludono alcune fasce della popolazione dall’accesso alle nuove modalità di interazione con i soggetti pubblici. Uno degli aspetti più delicati del digital divide è l’accessibilità dell’informatica pubblica da parte …

Read More »

Il ruolo dell’istruzione nella promozione della stabilità sociale in Libano

Il Rapporto dell’International Alert, dal titolo “School for Stability: Examining the role of education in fostering social stability in Lebanon”, esplora le opportunità educative in Libano alla luce della crisi siriana. Nello specifico esamina il potenziale di tali opportunità per sostenere la stabilità sociale tra i libanesi e i rifugiati …

Read More »

Il Tribunale Penale Internazionale vuole aprire un’inchiesta in Libia

Il Tribunale Penale Internazionale (International Criminal  Court) ha intenzione di aprire un’inchiesta sui crimini commessi in Libia contro i migranti. Il procuratore del Tribunale Penale Internazionale, ha comunicato al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che il suo ufficio sta attualmente esaminando i dati disponibili relativi a crimini seri e …

Read More »