lunedì, 18 giugno 2018
Banner AIRC
Home / Comunicazione / Il principio di pubblicità nella comunicazione istituzionale

Il principio di pubblicità nella comunicazione istituzionale

Il principio di pubblicità riguarda la formalizzazione giuridica delle attività di informazione e comunicazione istituzionale.
La comunicazione istituzionale comprende tutti gli atti o comportamenti con cui l’autorità si esprime  e che abbiano come effetto la soddisfazione delle aspettative individuali e collettive, la riorganizzazione degli apparati pubblici e la creazione di nuove professionalità.
I soggetti della comunicazione istituzionale sono le pubbliche amministrazioni.
Il contenuto della comunicazione istituzionale è il prodotto dell’agire amministrativo come norme, procedimenti, informazioni, dati e documenti.
Gli strumenti della comunicazione istituzionale sono strutture, uffici e tenologie dell’informazione.
Con le Leggi 142/90 e 241/90 si afferma il diritto ad accedere alle informazioni detenute nella pubblica amministrazione, così cominciano a nascere strumenti e strutture che consentono l’effettivo esercizio del diritto d’accesso, del diritto d’informazione e del diritto di partecipazione al procedimento amministrativo.
A metà anni ’90 gli strumenti individuati furono gli U.R.P., gli sportelli polifunzionali, l’informatizzazione degli uffici, la riorganizzazione del lavoro e del  profilo professionale dei dipendenti pubblici.
Il quadro inoltre va completato con la disciplina della pubblicità istituzionale, con la disciplina a tutela della riservatezza dei dati personali e con le norme di semplificazione dei procedimenti e del linguaggio amministrativo.