mercoledì, 14 novembre 2018
Banner AIRC
Home / Comunicazione / Università e Comunicazione

Università e Comunicazione

L’evoluzione della comunicazione universitaria è dipesa dal calo delle immatricolazioni e dalla riforma universitaria che ha introdotto il 3+2 e l’autonomia didattica.
Le università hanno avuto la necessità di comunicare ai destinatari le nuove offerte formative e il contenuto della riforma.
I destinatari di tale tipo di comunicazione sono i docenti, i ricercatori, il personale, la società civile, il mondo del lavoro, gli studenti e le loro famiglie.
La comunicazione agli studenti può essere vista attraverso tre step:
  1. pre-acquisto del prodotto formativo: la comunicazione è caratterizzata dalla competitività che mette in risalto le caratteristiche di ogni offerta universitaria;
  2. acquisto del prodotto formativo: l’università fornisce agli studenti informazioni e servizi per gestire le loro esigenze;
  3. post-acquisto del prodotto formatvo: possono essere utilizzati diversi strumenti come ad esempio la rilevazione del livello di soddisfazione. Queste informazioni vengono utilizzate dagli organi di coordinamento e controllo e indirizzate ai potenziali clienti/studenti.
Gli oggetti della comunicazione universitaria sono le caratteristiche dell’università, la città, le tecnologie, il contesto sociale e gli aspetti innovativi.
Gli strumenti utilizzati nella comunicazione universitaria sono strumenti cartacei, come manifesti e guide, gli strumenti innovativi, come i media e il web, gli strumenti tipici come il front-office, i convegni, le mostre, le manifestazioni, i seminari e i workshop.
All’interno della comunicazione universitaria un ruolo fondamentale è svolto dal marketing universitario che riguarda le strategie competitive per affermare sul mercato una università rispetto alle altre.
In questo contesto la comunicazione deve essee onesta, veritiera, responsabile e corretta.