sabato, 21 aprile 2018
Banner AIRC
Home / Sociale & Società / I profughi siriani in Libano stanno vendendo i loro organi

I profughi siriani in Libano stanno vendendo i loro organi

Secondo la BBC i rifugiati siriani stanno vendendo i loro organi, reni e occhi, per disperazione, per cercare di sopravvivere
In Libano il traffico  degli organi è business fiorente.
Ai rifugiati siriani in Libano non è consentito studiare e lavorare, tali privazioni, di due diritti fondamentali, insieme alla mancanza di assistenza, ha spinto molti profughi siriani o a fuggire dal Libano verso l’Europa intraprendendo una strada rischiosa e senza nessuna garanzia o a vendere i loro organi pur di cercare di sopravvivere.
A chi vende i propri organi spontaneamente si aggiungono coloro che sono stati rapiti e a cui sono state espiantate parti del loro corpo, compresi i bambini.
La crisi dei profughi siriani ha una portata biblica, la comunità internazionale, volontà permettendo, dovrebbe mettere in atto molteplici strategie complementari secondo un approccio globale.
Occorrerebbe aumentare l’aiuto umanitario, gli investimenti negli Stati che ospitano i rifugiati, garantire il diritto al lavoro e alla protezione.