mercoledì, 14 novembre 2018
Banner AIRC
Home / Sociale & Società / La famiglia social una realtà quotidiana

La famiglia social una realtà quotidiana

All’improvviso senti un suono, è quello dei messaggi di messenger.
È tua madre, o tua suocera, oppure un altro familiare a te caro, che ti ha inviato un messaggio.
“Come mai non ti riesco a inviare i messaggi con whatsapp?”, scrive.
A seguire un altro messaggio, questa volta è la sua risposta alla sua domanda: “Ah! Su facebook c’è scritto che whatsapp è bloccato in diverse parti del mondo”.
Penserete che sono impazzita e invece no.
Oggi voglio riflettere con voi su un aspetto che accomuna la maggior parte di noi, ovvero avere la famiglia social.
Le madri o le suocere social, che ogni giorno vi scrivono con whatsapp e a volte con messenger.
Metti l’anima in pace, i tuoi cari sono social.
Pensa, nel 2004 Mark Zuckerberg insieme a Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes hanno fondato Facebook.
Ebbene tredici anni sono trascorsi, da quando Facebook è entrato a far parte delle nostro mondo, della nostra routine.
Inizialmente era utilizzato principalmente da utenti che coprivano una determinata fascia di età, oggi invece le raggruppa tutte.
Per avere un riscontro di quanto da me affermato, basta guardare gli amici che abbiamo nel nostro diario.
C’è nostra madre, nostra suocera e tanti altri parenti.
Quanti di voi hanno la propria madre, suocera o zia a condividere post, foto e video?
Risponderei con certezza molti di voi.
Porto come esempio mia madre, che ora mi chiama meno di prima ma mi invia molti più messaggi.
I nostri cari sono sempre più aggiornati e al tempo stesso affermerei sempre più presenti nelle nostre vite e noi nelle loro.
Fino a qualche anno fa, non avrei scommesso un centesimo sulla possibilità che avrebbero utilizzato facebook o whatsapp ma oggi mi rendo conto che è parte integrante della loro quotidianità.
Così anche le distanze geografiche si abbattono e loro sono più informati e partecipativi.

1 commento