domenica, 25 febbraio 2018
Banner AIRC
Home / Pensiero Politico Contemporaneo / Charles Maurras e il nazionalismo francese

Charles Maurras e il nazionalismo francese

Charles Maurras visse tra la seconda metà del XIX° secolo e la prima metà del XX° secolo.
Il suo nazionalismo è antirivoluzionario e monarchico, considera la rivouzione francese frutto di influenze straniere.
La democrazia è vista come tirannia dello Stato provocata dal liberalismo, per questo l’individuo è considerato un’astrazione non legato alla terra e alla tradizione, da cui derivano la democrazia e il liberalismo.
Sul piano politico combatte le seguenti astrazioni:
  • la democrazia derivata dall’individualismo;
  • il prevalere di presenze straniere;
  • il venir meno del senso del dovere verso la patria.
A ciò contrappone la Francia prerivoluzionaria con al vertice politico la monarchia, perchè l’inciviltà ha fiducia nella maggioranza, laciviltà ha fiducia in un uomo che deve esercitare il potere.
Dal punto di vista economico Maurras è favorevole alle strutture corporative, parla di socialismo non egualitario, rispettoso della dignità e del valore individuale.
Un suo esempio è il fascismo italiano, un socialismo senza eguaglianza e senza democrazia ma con un forte senso nazionale.
Intende il fascismo come socialismo liberato dalla democrazia.